Rosacee

Famiglia delle rosacee
(Aggiornato il: 6 Luglio 2001)

Agrimonia eupatoria, agrimonia

Alchemilla alpina e xanthoclora, alchemilla

Crataegus oxyacantha, biancospino

Fra garia vesca, fragola

Filipendula ulmaria, olmaria, spirea olmaria

Potentilla erecta, anserina, potentilla (tormentilla)

Rosa canina, gallica

Rubus idaeus, lampone

Rubus ulmifolius, rovo

Sanguisorba officinalis, sangu isorba

Caratteristiche

Fiori quasi sempre a 5 petali (o multipli), come la rosa originaria (Rosa canina). Alla famiglia appartengono la maggior parte delle da frutto dei nostri climi, benchè molte siano state importate dall’Oriente: albicocco, ciliegio, cotogno, fragola, lampone, mandorlo, melo, nespolo, pero, pesco, prugnolo, rovo, susino. Fiori e drupe hanno spesso colori delicati, dal bianco al rosa, all’arancio, al rosso, e in genere profumo e sapore dolce e delicato, I componenti deI genere Prunus (mandorlo, pesco, albicocco, susino, pruno) contengono precursori dell’acido cianidrico, che in piccole quantità stimola il ed il tipico odore di mandorle che emana anche dal fiore. Malgrado le caratteristiche senz’altro centrifughe di questa famiglia, date dalla prevalenza del sapore dolce (neutro/centrifugo) e acido (diluitore, disgregatore, quindi centrifugo), essa contiene un nucleo fortemente centripeto, ovvero il seme, in genere amaro. Si può quindi attribuirle un’ centrifuga combinata, o sommata, terminante però spesso in un’azione centripeta. Ecco perchè questa famiglia, probabilmente la più eterica di quelle considerate, ha anche la massima flessibilità in campo terapeutico.

Proprietà

Antispasmodiche, emollienti, antiacide, a volte leggermente lassative, ma più spesso astringenti (effetto dose-dipendente, oppure a seconda della parte utilizzata), diuretiche, diaforetiche, antireumatiche, antisettiche, svolgono in genere un’azione riequilibrante sul sistema nervoso centrale e periferico e un effetto stimolante sulle difese immunitarie.

Costituzioni

Malgrado la complessiva centrifugità delle Rosacee, la loro azione sembra piuttosto andare nel senso di un globale riequilibrio. Cosi, possono trarne giovamento sia i soggetti melanconici e pletorici, ai quali gli individui di questa famiglia apporteranno un alleggerimento dalle scorie materiche e dall’acqua in eccesso (azione centrifuga) sia i collerici e i temperamenti nervosi, temperati dalla contemporanea dolce azione centripeta.

Stagionalità

Primavera ed estate per fiori e foglie, riequilibranti e disperdenti; metà/fine estate fino all’autunno per i frutti, per fare il pieno di vitamina C, energetica ed espansiva.

Commenti: non attivi