PREMESSA

logolucido

Vorremmo iniziare parlando di quello che amiamo definire “il segno dei tempi”.

Stanno avvenendo delle cose straordinarie sul nostro pianeta, delle cose nuove. Gli animi sono in fermento. E, se siete qui, se sentite un richiamo, dovete, anche voi, porvi una semplice domanda: perché? Che cosa sta succedendo e cosa è questo bisogno interiore di ricerca? Questo bisogno di aggregazione. Questa spinta a creare qualcosa di concreto per il bene della comunità?

In effetti masse di persone stanno cambiando il loro approccio alla vita, e non è certo per l’accresciuto interesse dei mass media, che ci continuano a propinare riviste e programmi televisivi new age (nuova era), anzi questo è il risultato del cambiamento globale che sta interessando il pianeta, e quindi tutti noi, ormai da un ventennio. I motivi di tutto ciò esulano da questa trattazione, ma i più curiosi possono usare un qualsiasi motore di ricerca (vi consigliamo ‘Google’ www.google.it ), inserendo “cambio dimensionale” nella casella di ricerca. Sta di fatto che il mutamento globale fa parte di un piano preciso e, che ci crediate o meno, è un piano “Divino”.

ENERGIA, LUCE E AMORE

Che cosa hanno in comune concetti come “energia”, “luce” e “Amore”? E che significato hanno nella nostra vita?

Ne parleremo diffusamente nelle pagine del sito. Per fare questo permettetemi di iniziare con un argomento apparentemente fuori tema, ma che ci aiuterà a comprendere le pagine che seguiranno.

* Ogni cellula del nostro corpo ha una carica elettrica pari a +o-70 mv, circa. Facendo un po’ di conti, possiamo arrivare alla conclusione che ne bastano poche per raggiungere il voltaggio di una normalissima pila da 1,5 volt (1500mv). Un potenziale elettrico enorme, se consideriamo la quantità di cellule di cui disponiamo! Il è infatti formato da circa 100.000 miliardi di cellule di cui 100 miliardi sono cellule nervose.

* Ogni pensiero, emozione, movimento, genera quindi un potenziale elettrico elevato, ma anche un’onda di energia, una vibrazione, invisibile ma tuttavia assolutamente reale. Siamo nella sfera delle cosiddette “energie sottili“.

Come scrive Annalee Skarin nel suo libro “You are Gods” (voi siete Dei):

“imparate a controllare le vibrazioni controllando il pensiero ed avrete nelle mani la chiave della vita. Controllate le vibrazioni e avrete il potere di controllare la sostanza e l’energia della materia, poiché l’energia è vita, e la vita, la luce, l’amore e l’energia sono elementi eterni, in quanto vibrazioni create dal pensiero.”

L’amore è l’energia (la vibrazione), più elevata a disposizione dell’uomo. Ma ce ne sono tante altre, come tutti voi ben sapete. Ma dove va a finire tutta questa variegata energia che ognuno di noi emette? Scrive nel suo libro “”:

“Ogni pensiero formulato è una vibrazione senza fine, che si muove per poi riportarci quel che da noi è stato emesso. Possiamo controllare le vibrazioni che emaniamo, per cui possiamo controllare il nostro destino. La conoscenza di questi meccanismi deriva dalla comprensione completa degli elementi materiali che si fondono in luce, energia e vibrazione, e tale conoscenza si raggiunge solo attraverso la ricerca.”

La ricerca è dunque la chiave della conoscenza. Ed ognuno deve farla da solo perché in questo campo, vale solo ciò che sperimentiamo personalmente. Per chiarire il concetto di luce, ed energia, entriamo ora in ambito un po’ accademico e un po’ spirituale. Ma come abbiamo ben capito la conoscenza costa fatica, non è vero? Del resto se siete arrivati a leggere fino a qui, è segno che l’argomento vi interessa, e questo ci fa molto piacere.

L’ARIA E IL RESPIRO: LA PRIMA FUCINA DI ENERGIA

Gli atomi, di cui è composta la materia densa, esprimono la loro energia attraverso il movimento. Un po’ come noi, “atomi umani”, quando facciamo sport o altro. La velocità del movimento, (la vibrazione) indica la quantità delle energie in gioco. Più ci alleniamo con velocità e costanza, più evidentemente, incameriamo energia. Il quid del cambiamento, non è soltanto il movimento in se, ma il surplus di respiro, che diventando più dinamico e profondo, ci permette di assorbire più ossigeno e, sopratutto, “prana“. Scrive Maestro Hilarion nel trattato Seasons of the Spirit (Stagioni dello spirito):

«La forza che guida la macchina umana non è chimica, ma eterica. L’etere è una sorta di sostanza avvolgente, più rarefatta del più sottile degli elementi chimici che compongono il corpo umano, e tuttavia è la “materia” dalla quale, per un processo di precipitazione, si generano tutti gli elementi conosciuti, proprio come le goccioline d’acqua che vengono precipitate dal vapore acqueo che si leva nell’aria. Mescolata con l’etere, che riempie interamente lo spazio tridimensionale dell’uomo (si trova persino fra i protoni e gli elettroni della materia, in quello che la scienza considera spazio “vuoto”), c’è una sostanza che chiameremo prana, usando questo termine della tradizione orientale per indicare l’energia vitale. In verità le religioni orientali hanno compiuta conoscenza di questa sostanza miracolosa e conoscono molto bene il ruolo che essa svolge nel sostentamento dell’essere umano. Quando un essere umano immette aria nei propri polmoni, il prana sito all’interno della controparte eterica di quest’aria è assorbito dalla controparte eterica del corpo, e viene trasformato nelle varie forme d’energia necessarie alla vita: energia mentale, energia emozionale ed energia fisica. L’ossigeno che fluisce nel sangue attraverso i polmoni ed entra nel metabolismo, svolge soltanto un ruolo minore a confronto di quello svolto dal prana che viene assunto».

Il respiro dunque come primo canale, quello a noi più usuale, per incamerare l’energia che, tramite i meccanismi di cui siamo dotati, possiamo trasformare e indirizzare dentro e fuori di noi per scopi ben precisi. (continua)

Ci scuseranno i già iniziati a queste materie per la semplicità di esposizione, ma come già detto questa rubrica si chiama “primipassi”!

Un abbraccio di luce a tutti voi


   Nuove Conoscenze, “Nuova Spiritualità”