Ombrellifere

 Ombrellifere |
(Aggiornato il: 20 Febbraio 2003)

Ammi majus e visnaga, visnaga

Anethum graveolens, aneto

Apium graveolens, sedano

Angelica archangelica, angelica

Carum carvi, carvi

Centella asiatica, centella

Cuminum cyminum, cumino

Coriandrum sativum, coriandolo

Daucus carota, carota

Foeniculum vulgare, finocchio selvatico

Petroselinum crispum, prezzemolo

Pimpinella anisum, anice

Caratteristiche

La tipica conformazione a ombrello delle infiorescenze spiega il nome di questa famiglia, che nella finezza della trama delle foglie e dei fiori fa intravedere la qualità e leggerezza della funzione aria.

Proprietà

Moderatamente centripete, dal sapore spesso aromatico che va dall’amaro al dolce, sono drenariti e diuretiche, aperitive, stimolanti sulle secrezioni digestive, carminative, a volte lipolitiche, decongestionanti, antinfiammatorie. Generalmente, sono eccitanti del sistema nervoso, ma ad alte dosi, possono avere effetto deprimente. Quasi sempre si utilizzano i frutti o i semi, le parti più centripete, benchè sempre ricchi di volatili (principio centrifugo)

Costituzioni

Linfatici e sanguigni sono quelli che possono trarre i benefici più ampi dai componenti di questa famiglia, i primi per compensazione, i secondi per la loro azione decongestionante e calmante.

Stagionalità

La piena estate è spesso il momento in cui queste erbe raggiungono la loro massima espressione e sprigionano al meglio le loro proprietà Utili quando occorra un calore moderato o per stimolare la digestione, il e la circolazione.

Commenti: non attivi