Nuovi inquietanti interrogativi sul video della decapitazione in Iraq di Nicholas Berg

Nuovi inquietanti interrogativi sul video della decapitazione in Iraq di Nicholas Berg | Etanali percorsi di Risveglio spirituale
(Aggiornato il: 5 Settembre 2002)

Il video dell’orrore è un falso? Perché questa tempestività di diffusione?
Le notizie sulle torture in Iraq ed il video shock della decapitazione firmato dal presunto carnefice Musab Al Zarqawi, che anche noi abbiamo ripreso per dovere di cronaca e come notizie attinenti ai Diritti Umani di cui si occupa Etanali, apre nuovi e profondi interrogativi sulla veridicità del video stesso, e sulla sua troppa tempestività di diffusione.
Proprio nel momento in cui il mondo intero era inorridito dalle foto delle torture perpetrate dagli americani a danno degli iracheni ecco spuntare un video shock che neanche a farlo apposta, seda la polemica umanitaria e politica che aveva coinvolto la missione americana in Iraq come una bufera.
Pur non “occupandoci di Politica” e pur non essendo avvezzi a questo tipo di loschi affari, per dovere morale e di cronaca, rendiamo noto qualche link dove si riflette su una possibile diversa verità rispetto a questa triste e dolorosa vicenda. E ci pare giusto che ogni persona pensante possa decidere con la propria testa quale sia la verità se mai ce ne fosse una.

Buona lettura.


Articoli

“Ma chi ha ucciso Nicholas Berg?” (www.luogocomune.net).

Altri tre articoli sul nostro sito (news – maggio 2004).

Questo invece è un articolo sull’Amore: l’unica alternativa a tutto questo…

Grazie a tutti voi

Commenti: non attivi